venerdì 1 giugno 2012

Riflessione del mattino

Stamattina sono venuto a lavoro in macchina. E quando vado in macchina rifletto.
Pensavo che a 17 anni credevo di aver capito tutto del mondo. A 19 invece sapevo di non averci capito un cazzo. Pensavo che sono abbastanza contento di quello che sono oggi e vedo tutti i limiti di quel ragazzino che ero.
Insomma, francamente non capisco le continue lamentele di chi... "bella la vita quando andavo alle superiori" e "alle superiori sì che si stava bene". Io mi ricordo tanti condizionamenti. Degli amici, dei parenti, dei soldi (ma quelli ci sono ancora) e soprattutto del mio stesso cervello. Oggi sono pronto a fare cose e "so" fare cose che a 17 anni nemmeno mi sarei immaginato.
E mentre allora credevo di essere arrivato, oggi so che sono solo all'inizio. Posso crescere ancora. Per dirla alla Raoul (il fratello di Ken, giusto per capirsi) sopra di me c'è solo il cielo.

Sono solo al livello 26. Fammi arrivare all'80 e faccio il culo a tutti.

Devo decisamente smettere di giocare a World of Warcraft.

1 commento:

  1. a 17 anni non avevi il condizionamento di WoW. :D

    RispondiElimina